venerdì 4 novembre 2016

COMUNICATI STAMPA DELLA SETTIMANA DANIELA RUFFINO




OFTALMOLOGIA SAN LUIGI, RUFFINO (FI) "CHIUSURA DEL REPARTO CREA GRAVE DANNO AL TERRITORIO. QUESTION TIME IN CONSIGLIO REGIONALE"
 >  
 >  
"La Giunta regionale continua a penalizzare i territori con tagli e chiusure di servizi indispensabili per la cittadinanza. La goccia che fa traboccasre il vaso è la soppressione di oftalmologia al San Luigi, un punto di riferimento per l'intera area metropolitana 3 e parte di altri territori, un presidio sanitario davvero importante per la popolazione".
 >  
 >  
Così la vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, Daniela Ruffino (FI), commenta la notizia della chiusura del reparto dell'ospedale di Orbassano.
 >  
"Il disagio è considerevole se si pensa che fin da ottobre non è più possibile essere in lista d’attesa pergli interventi chirurgici legati a patologie oculari e che da fine dicembre avverrà la chiusura definitiva", aggiunge Ruffino
 >  
 >  
"In occasione della prossima seduta del Consiglio regionale - annuncia la vicepresidente dell'Assemblea piemontese - presenterò un question time in aula per chiedere spiegazioni su questa decisione assurda. Nel frattempo è importante sostenere la petizione dei cittadini, promossa da me, dagli amministratori con a capo Daniela Cannati, Capogruppo Forza Italia Comune di Beinasco, che chiedono alla Regione di sospendere la disattivazione di un reparto che ha semmpre funzionato bene anche in termini numerici di prestazioni sanitarie".
 >  
 >  
"Non si cancellano le strutture efficienti - concude Ruffino - per risparmiare risorse, perchè in questo modo si penalizzano i cittadini e si depaupera l'intera qualità del servizio sanitario regionale. Ci dobbiamo opporre con forza a questa scelta senza criterio".
___________°____________




INQUINAMENTO, RUFFINO (FI): "BENE IL SEMAFORO ANTISMOG, MA NON E' UNA SOLUZIONE. CI VUOLE UN PIANO TRA COMUNI, TAXI E CAR SHARING"

"Il semaforo antismog dell'Arpa può essere d'aiuto ma non è certo la soluzione ai problemi dell'inquinamento atmosferico a Torino e nella Città metropolitana. Quel che ci vuole è una politica coordinata delle iniziative, che veda coinvolti Torino e tutti i comuni circostanti. Non è con gli interventi spot che si riesce a migliorare la salubrità dell'aria".

E' il commento di Daniela Ruffino (FI), vicepresidente del Consiglio regionale alle misure antismog della Regione.

Secondo la vicepresidente dell'Assemblea piemontese è necessario "accrescere la diffusione della mobilità elettrica e affrontare il tema inquinamento anche attraverso un approccio culturale, con interventi di sensibilizzazione della cittadinanza, ad iniziare dalle scuole"

"Le limitazioni e il blocco al traffico applicate qua e là rischiano solo di creare disagio ai cittadini ai commercianti. Bisogna piuttosto affrontare il problema alla radice - osserva Ruffino - favorendo non solo la diffusione dei mezzi pubblici ecologici, ma soprattutto le agevolazioni all'uso di questi".

"Ciò che potrebbe essere davvero innovativo - conclude Rufino - sarebbe mettere in cantiere un piano per tutto il territorio della Città metropolitana, promosso in collaborazione tra pubblico e privato. E' importante trovare un accordo con i taxi e le aziende di car sharing per invogliare i cittadini all'uso di auto pulite, grazie all'applicazione di nuove tariffe e abbonamenti creati ad hoc nell'ambito di una campagna antismog".