venerdì 23 giugno 2017

PSR 2014/2020. Operazione 6.4.2. Contributo a fondo perduto fino al 50% per la creazione e lo sviluppo di attività extra agricole


AREA GEOGRAFICA: Piemonte
SETTORI DI ATTIVITÀ: Agroindustria/Agroalimentare, Artigianato, Commercio, Servizi/No Profit
BENEFICIARI: PMI, Micro Impresa
SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Consulenze/Servizi
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
DOTAZIONE FINANZIARIA: € 200.000
BANDO APERTO | Scadenza il 31/07/2017
Il presente bando è finalizzato a sostenere la realizzazione di PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA (PIF).
L’intervento 6.4.2 sostiene, in generale, lo sviluppo delle piccole e microimprese non agricole operanti nei diversi settori dell’economia rurale.

Soggetti beneficiari

Microimprese e piccole imprese non agricole.

Tipologia di spese ammissibili

a) investimenti materiali di recupero, restauro e riqualificazione di edifici, manufatti e loro pertinenze;
b) nuove costruzioni esclusivamente nell’ambito degli interventi previsti dall’operazione;
c) acquisto di veicoli stradali;
d) acquisto di impianti, macchinari, automezzi per uso collettivo, strumenti, attrezzature (incluso hardware), arredi;
e) acquisto e realizzazione di software;
f) impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, destinata esclusivamente all’autoconsumo nell’ambito delle attività di impresa;
g) consulenze specialistiche e spese generali e tecniche (acquisto di brevetti e licenze e know-how o conoscenze tecniche non brevettate, spese di progettazione, direzione lavori e simili).

Entità e forma agevolazione

L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa.
La spesa massima ammissibile a contributo è pari a € 200.000,00.
Le risorse disponibili ammontano ad € 200.000,00.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate entro il 31.07.2017.

Contributi Fondazione Allianz Umana-mente



La Fondazione confermando le due aree di interesse storiche: disabilità congenita intellettiva e fisica e disagio minorile e giovanile, individua le seguenti tematiche specifiche di intervento in cui andrà a valutare e sostenere i progetti migliori: agricoltura sociale, passaggio alla vita adulta, arte, diversamente sport.

ENTE: Fondazione Allianz Umana-mente

DESCRIZIONE:
L'Ente dovrà scaricare dal sito www.umana-mente.it la scheda "Richiesta contributo"e inviarla all'indirizzo info@umana-mente.it.

Sarà cura della Fondazione inviare all'Ente la "Scheda di primo contatto".






Il primo contatto avviene telefonicamente, con una persona del team di valutazione, che successivamente invierà una scheda da compilare con alcuni dati relativi all'ente e una bozza dell'idea progettuale. Se l'ente rientra nei parametri individuati e il progetto nelle linee guida dell'anno in corso, il team di valutazione lo prende in considerazione e, in base ad una serie di indicatori, decide se presentarlo al Consiglio di Gestione che delibera l'eventuale finanziamento.

La Fondazione confermando le due aree di interesse storiche: disabilità congenita intellettiva e fisica e disagio minorile e giovanile, individua le seguenti tematiche specifiche di intervento in cui andrà a valutare e sostenere i progetti migliori:

- agricoltura sociale
La Fondazione conferma il proprio impegno pluriennale in Agricoltura Sociale supportando diverse attività agricole, zootecniche e sociali capaci di diventare un reale strumento sostenibile di riappropriazione dell'individuo svantaggiato del proprio ruolo sociale e professionale all'interno della Società.

- passaggio alla vita adulta
Stante il supporto e le esperienze degli anni precedenti, la Fondazione prenderà in considerazione progettualità sociali che grazie ad un percorso di formazione consentano a giovani svantaggiati, socialmente e/o economicamente, di arrivare al lavoro, affiancati da professionisti ed esperti artigiani capaci di insegnare loro un mestiere o una tradizione produttiva.

- arte
La Fondazione valuterà progetti sociali capaci di contribuire allo sviluppo, alla diffusione e alla promozione attraverso attività artistiche. L'interesse verterà su quei progetti aventi come obiettivo la promozione di una nuova cultura di integrazione attraverso attività artistiche e l'utilizzo appunto della cultura come mezzo di prevenzione e partecipazione sociale.

- diversamente sport
La Fondazione Allianz UMANA MENTE valuterà Progetti sociali capaci di contribuire allo sviluppo, alla diffusione e alla promozione di un integrazione e partecipazione sociale di soggetti con disabilità congenite intellettive e fisiche.

Costituiranno titolo preferenziale quei Progetti che favoriscono la partecipazione di colleghi del Gruppo Allianz in qualità di volontari (con particolare riferimento ai territori di Milano, Roma, Trieste e Torino) e siano in grado di mettere al centro del percorso sportivo le abilità dei partecipanti.

Per eventuali richieste di chiarimento sulla compilazione della "Scheda di primo contatto", gli Enti potranno chiamare la Fondazione fino al 14 aprile 2017 al numero 02.7216.2669.
Nota bene: UMANA MENTE non lavora tramite bandi. L'ente può contattare la Fondazione in ogni momento dell'anno.

BENEFICIARI:
Enti non profit. Verranno privilegiati enti strutturati e con comprovata esperienza nel settore (verranno valutati gli aspetti economici, organizzativi e strutturali) almeno triennale e con almeno tre dipendenti.


Vai al sito
http://www.umana-mente.it/lineeguida/index.html?lang=it

Spettacolo benefico: "Stavolta mia moglie mi manda a Funk" - questa sera ore 21:00 - Rivoli

Cari amici,

Molte volte si può fare musica seriamente ma senza prendersi troppo sul serio. 
E' proprio questo il caso della band albenganese 

"Stavolta mia moglie mi manda a Funk" 

 un gruppo musicale che, nonostante la sua musica ironica e divertente, ha preso un impegno solidale nei confronti dell'Associazione Onlus Bastapoco della quale è testimonial ufficiale. 

 

Life to Life

Il gruppo partecipa attivamente al progetto "Life to life" in simbiosi con la Onlus Bastapoco e la Onlus Progetto Giada di Rivoli, progetto dedicato ai bimbi oncologici provenienti da strutture specializzate del Piemonte della Lombardia e del Gaslini di Genova che vengono ospitati al mare per regalare loro qualche giorno di "vita normale" e di puro divertimento nella bellissima riviera del ponente ligure.




RNEWS - comunicati stampa





RUFFINO, (FI): CARMAGNOLA, ARTE E CULTURA PER IL RILANCIO DELLA CITTÀ

Si sente spesso affermare che l'Italia è un Paese che potrebbe vivere solo del proprio patrimonio culturale e paesaggistico, dei suoi musei, delle ineguagliabili opere d'arte e architettoniche, delle proprie ricchezze naturali.  Ciò significa che la cultura, se adeguatamente tutelata, promossa e valorizzata, è essa stessa strumento per produrre ricchezza e per far girare l'economia.
L'identità e il senso di appartenenza di ciascuna delle tante realtà territoriali italiane sono tanti tasselli (ognuno importante per le sue specificità) che compongono un grande mosaico, quello del sistema culturale di una grande nazione.
 >  
 >  
Il Mese della Cultura di Carmagnola risponde a questa logica: valorizza il patrimonio culturale nel suo complesso, andando incontro ai gusti e alle sensibilità culturali più disparati: dalla musica, all'arte, alla cultura materiale del cibo, ai libri, al patrimonio storico. Questa rassegna è un'esaltazione di ciò che un'antica città ed il suo territorio sono in grado di offrire.
 >  
Valorizzare questo variegato mondo fatto di attrattive e di ricchezze locali significa anche pensare al rilancio in chiave economica di una città. La cultura è  infatti anche aggregazione sociale  e la presenza di turisti e visitatori costituisce una boccata di ossigeno per le realtà commerciali locali.
 >  
I periodi critici sono anche occasione per trasformare le difficoltà in opportunità. In ambito culturale oggi è fondamentale favorire una più stretta collaborazione tra pubblico e privato per l'organizzazione di grandi mostre e rassegne culturali, piuttosto che  per la conservazione del patrimonio storico-architettonico.
 >  
 >  
Una amministrazione pubblica che investe nella cultura è un'amministrazione virtuosa. Seppur in tempi difficili caratterizzati dalla carenza di risorse nelle casse degli enti pubblici, la cultura rappresenta un investimento, poiché l'assenza di attività culturali significherebbe impoverire una comunità, privarla della propria "anima", delle proprie tradizioni e della propria storia, depauperando progressivamente l'intero tessuto sociale.


 ____________ ° ____________



RUFFINO (FI): LA REGIONE SI DOTERA' DI NUOVE MISURE A SOSTEGNO DEI COMMERCIANTI CHE SUBISCONO DANNI DA CANTIERI PROLUNGATI

"Finalmente la Regione Piemonte si doterà di nuove misure volte a sostenere tutti  quei commercianti che subiscono i danni derivanti dal prolungarsi di cantieri d'interesse pubblico". Ad annunciarlo la vicepresidente del consiglio regionale, Daniela Ruffino che ha visto approvare un suo ordine del giorno in merito.
 >  
Spiega l'esponente di Forza Italia: "Esistono dei tempi per la chiusura dei lavori di un cantiere che sempre più spesso non vengono rispettati causando importanti disagi per i commercianti che si trovano a dover convivere con essi. Tra le cause principali la crisi, appalti affidati a ditte che falliscono  (spesso perché costrette ai minimi ribassi per aggiudicarsi i bandi), e a volte l'assegnazione ad aziende in odore di mafia. Un esempio emblematico di questi problemi é la situazione paradossale che stanno vivendo una decina di commercianti di via Nizza a Torino interessati dai cantieri del grattacielo e del prolungamento della linea 1 del Metrò: questi cittadini ormai sono da anni ostaggio di un cantiere che li costringe a non vedere più traffico veicolare transitare davanti ai loro esercizi".
 >
Conclude Ruffino: "E' evidente che a fronte di tale criticità non bastano né gli sconti fiscali approntati dal Comune né azioni di finanziamento una tantum. Grazie al nostro ordine del giorno la Regione si doterà di nuovi strumenti che confidiamo possano attutire gli effetti della malagestio di cantieri d'interesse pubblico".


____________ ° ____________


SCUOLE PARITARIE, RUFFINO (FI): "RIDUZIONE DEI TAGLI POSITIVA, MA BISOGNA FARE DI PIU' PER LA LIBERA SCELTA EDUCATIVA"
"Grazie alle civile ma incisiva forma di protesta delle famiglie e delle realtà scolastiche colpite dai tagli del Comune, la riduzione delle risorse a favore delle scuole paritarie sarà più contenuta rispetto al previsto. E' una piccola vittoria nel percorso per la libera scelta educativa, ma molto resta da fare."
 >  
Così commenta Daniela Ruffino (FI), vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, a proposito della decisione da parte della Giunta torinese, di ridurre la portata dei tagli finanziari alle scuole Fism.
 >  
"Se le fondazioni bancarie forniranno il proprio sostegno alle paritarie - aggiunge la vicepresidente - allora sarà meno difficle affrontare i prossimi mesi di attività. Le migliaia di famiglie, allievi e figure professionali che gravitano attorno a questa tipologia scolastica rappresentano un patrimonio culturale e sociale della città e non meritano di essere considerate di serie B", aggiunge Ruffino.
 >  
"Mi auguro che, con l'impegno di tutti i soggetti coinvolti, i tagli possano essere ulteriormente ridotti - conclude Ruffino - così da scongiurare un aumento delle rette che creerebbe difficoltà a molte famiglie e limiterebbe di fatto il diritto alla scelta educativa".

 
 >

venerdì 16 giugno 2017

Contributo a fondo perduto fino al 60% per progetti di ricerca industriale che promuovano soluzioni innovative nel campo sanitario.

AREA GEOGRAFICA: Piemonte
SETTORI DI ATTIVITÀ: Industria, Pubblico 
BENEFICIARI: Associazioni/Onlus/Consorzi, Ente pubblico, PMI, Grande Impresa
SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Innovazione Ricerca e Sviluppo, Consulenze/Servizi
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
DOTAZIONE FINANZIARIA: € 15.000.000

 BANDO APERTO | Scadenza il 17/07/2017
Con il bando ”Piattaforma tecnologica Salute e Benessere” Regione Piemonte intende finanziare progetti di ricerca industriale e/o progetti di sviluppo sperimentale che promuovano lo sviluppo di soluzioni innovative con i seguenti obiettivi prioritari:
- sostenere la ricerca industriale e l’innovazione nelle tecnologie;
- favorire la collaborazione tra imprese e il sistema della ricerca per l'elaborazione di progetti che rispondano alle esigenze di innovazione e competitività nel settore Salute e Benessere;
- agevolare lo scambio di conoscenze e competenze tra imprese, organismi di ricerca e strutture sanitarie di clinica e cura ed  incentivando la creazione di aggregazioni;
- favorire le ricadute sul territorio anche in termini di crescita dell'occupazione e della competitività del sistema produttivo piemontese;
- incrementare la formazione di nuovi ricercatori industriali nei campi della Salute e Benessere, attraverso la sperimentazione di progetti di Apprendistato in alta formazione e ricerca.

Soggetti beneficiari

- Piccole e medie imprese (PMI)
- Grandi imprese (GI)
- Consorzi con sede nella Regione Piemonte
- Organismi di ricerca (OR)
- Aziende ospedaliere o presidi ospedalieri pubblici o privati
- Associazioni, le fondazioni e gli altri enti

Tipologia di progetti ammissibili

Le domande di agevolazione devono riguardare quattro ambiti tecnologici:
- E-health, Bioinformatica ed ICT for health research (compresa l’analisi di Big Data);
- Diagnostica avanzata, ed in particolare diagnostica per immagini e mini invasività;
- Biotecnologie per lo sviluppo farmaceutico;
- Bioingegneria, robotica chirurgica e riabilitativa, medical devices e soluzioni biomedicali avanzate.

Tipologia di spese ammissibili

a. Spese di management e coordinamento. Tali spese non devono superare il 5% del costo totale.
b. Spese di personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura del loro impiego sul progetto di ricerca).
c. Costi degli strumenti e delle attrezzature.
d. Spese per missioni (connesse ai progetti finanziati) all’estero e in Italia del personale impegnato sul progetto di ricerca nel limite del 5% dei costi di personale.
e. I costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti, acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne a prezzi di mercato.
f. Altri costi di esercizio, inclusi costi di materiali, forniture e prodotti analoghi.
g. Spese per la diffusione e il trasferimento dei risultati del progetto di ricerca nella misura massima del 3% delle spese totali ammissibili del progetto.
h. Spese generali supplementari derivanti direttamente dal progetto di ricerca comprensivo del personale amministrativo impegnato in attività di rendicontazione.

Entità e forma agevolazioni

Gli aiuti di cui al presente bando sono concessi in forma di contributo alla spesa di intensità massima come di seguito:
- Piccole Imprese: 50%
- Medie imprese: 40%
- Grandi imprese (GI): 30%
- Organismi di ricerca (OR): 60%
- Aziende ospedaliere o presidi ospedalieri pubblici o privati: 60%
Il presente bando dispone di una dotazione finanziaria di € 15.000.000,00.

Scadenza

Le domande dovranno essere presentate entro le ore 16,00 del 17.07.2017.

Bando Fondazione CRT: Talenti della Società Civile







È aperto fino al 12 luglio il bando  “Talenti della Società civile” che, favorendo l’inventiva e la capacità imprenditoriale giovanile, attiva un percorso di “fertilizzazione” incrociata tra il mondo della ricerca e i suoi risvolti applicativi, a partire proprio dalle istituzioni del territorio. La Fondazione CRT assegnerà borse di ricerca per 500.000 euro a laureati che sviluppino progetti innovativi imprenditoriali e di ricerca prevalentemente presso realtà non profit o aziende del Piemonte e della Valle d’Aosta. Il bando, inoltre, innesca un processo di eccellenza nelle scienze attraverso il prezioso capitale dei laureati, e ne promuove il “reclutamento” in ambiti lavorativi extra universitari. 

Le borse di ricerca finanziate dalla Fondazione CRT sono destinate a laureati fino a 30 anni di età, in possesso di diploma di laurea magistrale o di secondo livello o di diploma di laurea triennale (solo per la borsa di ricerca dell’innovazione).
Sono previste tre tipologie di borse di ricerca: dell’imprenditorialità, della durata di 6 mesi e del valore di 10.200 euro (di cui almeno 2.000 euro di cofinanziamento) per lo sviluppo di nuove iniziative/start; “standard”, della durata di 12 mesi e del valore di 18.000 euro (di cui almeno 7.000 di cofinanziamento), per progetti nei settori: Scienze delle Antichità e Filologico-Letterarie, Scienze Storiche e Filosofiche, Scienze Pedagogiche e Psicologiche, Scienze Giuridiche, Scienze Politiche e Sociologiche, Scienze dell’Arte e Spettacolo, Ingegneria, Architettura; dell’innovazione destinata allo sviluppo di progetti innovativi in qualsiasi ambito disciplinare della durata di 12 mesi e del valore di 18.000 euro (di cui almeno la metà di cofinanziamento).
Dal 2009 ad oggi sono già state assegnate 636 borse di ricerca con il bando “Talenti della Società civile”, per un investimento della Fondazione CRT di 13, 5 milioni di euro.

Regione Piemonte: Pagamenti silvoambientali (misura 225 del PSR 2007-2013)

 

 

Pagamenti silvoambientali (misura 225 del PSR 2007-2013). Presentazione delle comunicazioni di conferma

E’ necessario presentare una comunicazione che confermi il mantenimento degli impegni assunti con la domanda presentata con il bando del 2013 e confermata nel 2014, 2015 e 2016 in attuazione della misura 225 del PSR 2007-2013.

Materia: 
Agricoltura e Sviluppo rurale
Soggetti beneficiari: 
Persone fisiche o giuridiche che abbiano presentato domanda di aiuto in attuazione della misura 225 -  bando 2013, confermato mantenuto gli impegni assunti nel 2014 e nel 2015 e siano state ammesse all’aiuto.

Tipologia finanziamento: 
PSR 14 - 20
Note presentazione domande: 
telematica, tramite il sistema gestionale delle misure del Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 (Sistema Piemonte) e cartacea (invio pec o raccomandata)

Struttura di riferimento: 
A1807A - FORESTE

Giornata di beneficenza: TUTTI INSIEME PER U.G.I.


Cari Amici,

Vi invito a partecipare numerosi all'evento

TUTTI INSIEME PER U.G.I. 

Domenica 18 GIUGNO 

dalle ore 10:00 alle ore 24:00

 in Piazza Maritano (Piazza della Posta) 

a Giaveno 





venerdì 9 giugno 2017

Contributo a fondo perduto fino al 40% promosso dal GAL Tradizione delle Terre Occitane a sostegno di progetti integrati di filiera.

 PSL 2014/2020. Operazione 4.1.1, 4.2.1, 6.4.2. Contributo a fondo perduto fino al 40% promosso dal GAL Tradizione delle Terre Occitane a sostegno di progetti integrati di filiera.

AREA GEOGRAFICA: Piemonte
SETTORI DI ATTIVITÀ: Agricoltura, Commercio, Agroindustria/Agroalimentare
BENEFICIARI: Persona fisica, PMI, Micro Impresa
SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Consulenze/Servizi
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
BANDO APERTO | Scadenza il 15/09/2017
Il presente Bando è finalizzato a sostenere la realizzazione di PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA (PIF). Ad essi devono partecipare, contemporaneamente e in forma congiunta, più soggetti, ciascuno dei quali realizza un intervento nella propria azienda non soltanto per conseguire un proprio vantaggio diretto, ma anche per favorire la competitività della filiera nel suo complesso e, indirettamente, di tutte le imprese che vi aderiscono.
La modalità operativa scelta dal GAL per concretizzare questa impostazione innovativa si concretizza nell’attivazione del presente bando integrato, comprensivo delle specificità di cui alle Operazioni:
-4.1.1: Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole. 
-4.2.1: Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli
-6.4.2: Investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole

Soggetti beneficiari

4.1.1: operatori agricoli in possesso di qualifica di imprenditori agricoli professionali o coltivatori diretti, sia persone fisiche che persone giuridiche, singoli o associati.
4.2.1: micro e piccole imprese.
6.4.2: le micro e piccole imprese non agricole

Tipologia di spese ammissibili

Operazione 4.1.1:
1) Investimenti di tipo fondiario;
2) Investimenti di tipo edilizio:
- costruzione, miglioramento e/o ristrutturazione di fabbricati aziendali, compresi gli investimenti finalizzati alla vendita diretta prevalentemente di prodotti agricoli di propria produzione in locali siti in fabbricati rurali interni all’azienda agricola o al centro aziendale;
3) Acquisto o acquisizione di macchine agricole e/o macchinari e/o attrezzature, comprese quelle informatiche, compreso il costo di installazione per macchinari e/o attrezzature fissi.
4) Acquisto di veicoli stradali:
- veicoli specificamente attrezzati (autoveicoli refrigerati, autoveicoli attrezzati a negozio e simili);
- furgoni con caratteristiche non di lusso, con carrozzeria furgonata metallica chiusa non finestrata e con massimo tre posti.
5) Realizzazione di impianti di coltivazioni legnose agrarie poliennali (pioppeti esclusi) salvo quanto rientrante nell’ambito di applicazione della OCM;
6) Acquisizione o sviluppo di programmi informatici;
7) Interventi di ripristino degli agroecosistemi e del paesaggio rurale e di mitigazione e mascheramento di criticità originate da diverse tipologie di alterazione, con la finalità di aumentare il “valore scenico” del paesaggio e valorizzarne la componente “scenico-percettiva”.
Operazione 4.2.1:
1) Investimenti di tipo edilizio destinati alla trasformazione immagazzinamento e commercializzazione di prodotti agricoli e agroindustriali:
- costruzione, miglioramento e/o ristrutturazione di fabbricati aziendali, compresi gli investimenti finalizzati alla vendita diretta di prodotti aziendali in locali annessi allo stabilimento produttivo;
2) Acquisto o acquisizione, di macchine e/o attrezzature;
3) Acquisto di veicoli stradali:
- veicoli specificamente attrezzati (autoveicoli refrigerati, autoveicoli attrezzati a negozio e simili);
- furgoni con caratteristiche non di lusso;
4) Investimenti per la tutela e il miglioramento dell’ambiente, per la riduzione dei consumi idrici e per la prevenzione degli inquinamenti.
5) Spese generali e tecniche, spese di progettazione, consulenze, studi di fattibilità, acquisto di brevetti e licenze, acquisizione e sviluppo di programmi informatici, diritti d’autore e marchi commerciali.
Operazione 6.4.2.:
1) investimenti materiali di recupero, restauro e riqualificazione di edifici, manufatti e loro pertinenze;
2) nuove costruzioni esclusivamente nell’ambito degli interventi previsti dall’operazione;
3) adeguamenti strutturali di modesta entità, connessi all’installazione degli impianti, macchinari, strumenti e attrezzature di cui al punto successivo;
4) acquisto/acquisizione, di impianti, macchinari, strumenti, attrezzature (incluso hardware) e arredi nuovi (compresi i costi di installazione);
5) acquisto di veicoli stradali:
- veicoli specificamente attrezzati (autoveicoli refrigerati, autoveicoli attrezzati a negozio e simili);
- furgoni con caratteristiche non di lusso;
7) consulenze specialistiche e spese generali e tecniche (acquisto di brevetti e licenze e know-how o conoscenze tecniche non brevettate, spese di progettazione, direzione lavori e simili).

Entità e forma agevolazione

Operazione 4.1.1:
L’agevolazione prevista è rappresentata da un contributo in conto capitale pari al 40% della spesa ammessa.
Il contributo massimo erogabile è fissato in € 40.000,00.
Operazione 4.2.1:
L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 40% della spesa ammessa.
Il contributo massimo erogabile è fissato in € 40.000,00.
Operazione 6.4.2:
L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 40% della spesa ammessa, elevato al 50% per le imprese extra-agricole localizzate in area D.
Il contributo massimo erogabile è fissato in € 40.000.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate entro il 15.09.2017.