venerdì 24 febbraio 2017

BANDO: realizzazione/potenziamento e miglioramento dei rifugi alpini ed escursionistici.

 

 

L.R. 4/00 s.m.i. – Nuovo bando di contributo a favore degli Enti pubblici e degli Enti NO Profit per il sostegno di iniziative volte alla realizzazione/potenziamento e miglioramento dei rifugi alpini ed escursionistici.

Contributi a fondo perduto fino al 70% della spesa ritenuta ammissibile entro il limite di contribuzione massimo pari ad €. 70.000,00 per investimenti minimi pari ad €. 30.000,00 IVA inclusa.
Materia: 
Turismo
Soggetti beneficiari: 
ENTI PUBBLICI ED ENTI NO PROFIT
Tipologia finanziamento: 
Fondi regionali
Pubblicazione: 
19 Gen 2017
Data pubblicazione BURP: 
19 Gen 2017
Importo in €: 
70.000,00
Contatti: 
ZIMBARO G. 011 4324123 – PESARE S. 011. 4322128 – SEGRETERIA 011. 4321503

Struttura di riferimento: 

Bando pubblico per la concessione di patrocini onerosi a sostegno di progetti/iniziative promossi da Enti e Associazioni




Il Bando è rivolto agli enti pubblici, enti e associazioni private senza scopo di lucro, che vogliano proporre progetti e iniziative in ambito culturale, artistico, sportivo, sociale, turistico.
 
L’importo complessivamente stanziato per il sostegno dei patrocini onerosi è di 100.000 euro per gli enti pubblici e 290.000 per le associazioni senza scopo di lucro. Non sono ammissibili iniziative la cui previsione di spesa complessiva sia inferiore a 1.500 euro o superiore a 50.000.


Prossime scadenze previste dal bando: per le attività che si svolgono dal 1 maggio 2017 al 31 agosto, entro il 28 aprile 2017; per le attività che si svolgono dal 1 settembre 2017 al 31 dicembre, entro il 31 agosto 2017.

Qui di seguito il link dove potete trovare i criteri, le modalità e i requisiti ammissibili per la concessione del Patrocinio oneroso del Consiglio regionale del Piemonte:

RNEWS: Comunicati stampa Febbraio






TORINO: RUFFINO (FI), SENZA PATTO SPARITA OCCASIONE DI RILANCIO 

TORINO, 21 FEB - "Con la mancata promessa di Renzi, Torino e il Piemonte perdono una grande occasione per rilanciare le imprese e sostenere le famiglie": così Daniela Ruffino (Fi), vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, commenta il no del Governo alle risorse promesse dall'allora premier per finanziare il cosiddetto 'Patto per Torino'. "Mentre la disoccupazione decolla e le imprese chiudono - afferma Ruffino - il sindaco di Torino e il presidente della Regione osservano con la massima naturalezza che il Patto per Torino, promesso a suo tempo da Renzi, è impraticabile". "Promettere interventi decisivi sulla vita della città, l'economia e il sociale e poi fare retromarcia - aggiunge - non è indice di responsabilità. Non lo è stato da parte di Renzi, che venne a Torino per farsi la campagna referendaria, e non lo è da parte della sindaca e del presidente della Regione". "Gli annunci - dice ancora - generano speranze che, se non soddisfatte, non solo creano delusione ma favoriscono il declino. Da Regione e Comune ci attendiamo risposte concrete e un dialogo da una posizione di autorevolezza con il Governo".


____________°____________


CRISI: RUFFINO (FI), BIOECONOMY SIA PRIORITA' AGENDA REGIONE

TORINO, 21 FEB - "La blue economy sia una priorità nell'agenda della Regione Piemonte": lo chiede l'azzurra Daniela Ruffino, vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte. "Il seminario di oggi sulla bioeconomia - rimarca Ruffino - ha mostrato in quale direzione debba muoversi la Regione per indirizzare i fondi dei bandi europei. E' emersa in modo chiaro - spiega insieme con il consigliere regionale Massimo Berutti - la necessità di ripartire dalle piccole e medie realtà, quelle sane che hanno fatto grande il Piemonte senza mai gravare sulle casse pubbliche. E' questo il modello di sviluppo che deve seguire il nostro territorio, che può diventare un laboratorio virtuoso se sufficientemente supportato". "Delle eccellenze presenti nell'ambito della bioeconomia - aggiunge - alcune sono intervenute oggi ma ne esistono tante altre che avrebbero potuto partecipare. Debbono diventare i nostri ambasciatori per diventare attrattivi per questo genere di insediamenti, che sono l'unico antidoto all'abbandono del territorio". 



____________°____________


SANITA': RUFFINO (FI), GARANTIRE EFFICIENZA PRONTO SOCCORSO
 
Pazienti in coda chiamano CC a Cuorgnè, non caso isolato
TORINO, 18 FEB - "La Regione deve impegnarsi non solo a parole a garantire le condizioni di efficienza nelle strutture dei pronto soccorso di tutti gli ospedali piemontesi, avviando una verifica affinché il personale sia sufficiente, per evitare i disagi ai cittadini verificatisi in queste ultime settimane". Lo chiede Daniela Ruffino (FI), vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte. "Il caso dell'ospedale di Cuorgnè, dove nei giorni scorsi i pazienti in coda da ore avevano chiamato i carabinieri - aggiunge Ruffino - secondo le segnalazioni di diversi cittadini e delle organizzazioni sindacali degli infermieri, non sarebbe l'unico tra le Asl piemontesi. Anche i Nas proprio ieri hanno fatto visita ad alcune strutture ospedaliere per verificare la situazione". "E' chiaro che, data anche la stagione invernale con il picco dell'influenza, - osserva Ruffino - il numero degli utenti sia superiore alla media. Una realtà che crea non solo disagi ai cittadini, ma anche al personale del pronto soccorso. E' compito della Giunta regionale individuare risposte immediate".


____________°____________


SAN VALENTINO: PIEMONTE IN RETE CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE
 
Lavoro Consulta importante per attuazione legge Regione
TORINO, 14 FEB - Il lavoro di mappatura fatto dalla Consulta femminile per il progetto 'Piemonte in rete contro la violenza di genere' è importante per la realizzazione del piano di attuazione triennale della legge contro la violenza di genere varata lo scorso anno dalla Regione Piemonte. "La rete - ha rimarcato la vicepresidente del Consiglio regionale Daniela Ruffino - deve essere estesa, e anche le istituzioni devono essere al fianco delle donne". Nel 2015 in Piemonte le donne seguite dalla rete dei 17 Centri antiviolenza regionali sono state 1.650, di cui 1.091 italiane e 544 straniere (di 15 non è stata rilevata la nazionalità). La provincia di Torino è quella con il maggior numero di richieste: 1.381 di cui 931 italiane e 450 straniere. 


____________°____________


ALIMENTARE: PIEMONTE, PRESTO CONCRETA TUTELA PANE ARTIGIANALE
 
Sì Consiglio regionale a odg Forza Italia su legge panificazione
TORINO, 14 FEB - In Piemonte sarà presto concreta la tutela del pane artigianale prevista da una legge regionale ancora in attesa del regolamento attuativo. Oggi il Consiglio regionale ha approvato un documento di Forza Italia che impegna la Giunta Chiamparino a emettere il regolamento entro 90 giorni. "Si tratta - sottolineano i primi firmatari Franco Graglia e Daniela Ruffino - di una nostra battaglia di lungo corso. Il centrodestra aveva già approvato nella passata legislatura una legge a tutela dei produttori e dei consumatori del pane. Il settore della panificazione, comparto d'eccellenza per l'Italia e il Piemonte, è fra quelli che più risentono dell'importazione dall'estero di semilavorati surgelati, che vengono cotti in loco e spacciati per freschi. Il regolamento attuativo della legge aiuterà il consumatore a distinguere, con un grande passo in avanti a tutela delle nostre maestranze e dell'eccellenza dei prodotti artigianali piemontesi".


____________°____________


MADE IN PIEMONTE, RUFFINO (FI): "UNO SPRINT IN PIU' DALLE ISTITUZIONI PER L'OCCUPAZIONE E IL SISTEMA REGIONE".
 
TORINO, 12 FEB "Ci auguriamo che le previsioni positive di Unioncamere sul numero dei nuovi contratti di lavoro in Piemonte nei prossimi mesi si possano realizzare. Per rilanciare l'economia piemontese serve però uno scatto d'orgoglio, uno sprint in più da parte delle istituzioni, ad incominciare dalla Regione".
Daniela Ruffino (FI), vicepresidente del Consiglio regionale, interviene a proposito della situazione economica e occupazionale.
"La qualità dei prodotti Made in Piemonte e la professionalità delle nostre imprese rappresentano il valore aggiunto per potenziali acquirenti all'estero. Sono molte e lodevoli le iniziative promosse ormai da anni dalla Regione, dagli enti locali e camerali, finalizzate a promuovere il nostro export e il nostro territorio anche dal punto di vista turistico: ma per rendere tali azioni più incisive sarebbe opportuno un maggiore coordinamento e sinergia tra chi le organizza, tra pubblico e privato ", sostiene Ruffino.
"Un supporto non di poco conto al rilancio del lavoro - aggiunge la vicepresidente dell'Assemblea piemontese - potrebbe infatti giungere dal marketing del sistema Piemonte rivolto all'estero, con un maggiore coordinamento tra i soggetti che se ne occupano. Credo che la Regione dovrebbe quindi convocare tutti gli organismi coinvolti per fare il punto della situazione e individuare un percorso comune."
Conclude Ruffino: "Questo è ovviamente un passo importante, che però avrebbe scarsi risultati se Governo e Regione non si attivassero al tempo stesso per una reale sburocratizzazione e una riduzione delle imposte che spesso uccidono le nostre aziende"


____________°____________


TURISMO: RUFFINO (FI), MONTAGNE NON PERDANO LO SMALTO OLIMPICO
 
TORINO, 8 FEB - Le montagne del torinese "non devono perdere lo smalto olimpico": lo afferma la vicepresidente del Consiglio regionale, Daniela Ruffino (Fi), a margine del convegno dell'Uncem sul marketing territoriale oggi a Susa. "Il marketing territoriale - rimarca Ruffino - ricopre un importanza sempre più centrale per intercettare la domanda turistica, che negli ultimi anni utilizza il mondo del web per decidere e prenotare direttamente le proprie vacanze". "Le amministrazioni locali - aggiunge - non devono muoversi singolarmente ma fare sistema, collaborando con le realtà private per aprire gli orizzonti per attrarre nuovi flussi. "La crisi - dice ancora - sta decimando le attività commerciali e non è accettabile che in molti Comuni non esista più un negozio. Per competere dobbiamo puntare su ciò di cui disponiamo, a cominciare dalla qualità dei nostri prodotti alimentari e artigianali. Ed è necessario intercettare con campagne di comunicazione i flussi turistici che gravitano su Torino, per portarli a conoscere le nostre montagne". "Solo così - conclude - il turismo potrà diventare motore per creare nuove attività e nuovi posti di lavoro".  



 ____________°____________


SANITÀ': RUFFINO (FI),SU OSPEDALE ASL TO 5 NESSUN PASSO AVANTI

TORINO, 7 FEB - Sull'ospedale unico dell'Asl To5 "non è stato compiuto alcun passo avanti. L'odierna Commissione ha mandato in onda un film già visto". Così Daniela Ruffino, vicepresidente del consiglio regionale del Piemonte. "Dopo averci fatto penare mesi per convocarla - dice Ruffino - l'assessore Saitta ha pensato bene di non portare all'attenzione degli esponenti regionali alcun elemento in più rispetto a quelli che già ci aveva comunicato in Consiglio. Abbiamo assistito - prosegue la vicepresidente del consiglio regionale - agli interventi di funzionari che ci hanno spiegato le caratteristiche del sito scelto dalla Giunta Chiamparino per ospitare il nuovo ospedale unico. Peccato che noi chiedessimo che ci venissero illustrate le griglia dove si comparavano i vari siti, i pro e i contro". 
____________°____________
POST-ALLUVIONE, RUFFINO (FI): "LA REGIONE ACCELERI I TEMPI NELLE RISPOSTE ALLE AZIENDE DANNEGGIATE DAL MALTEMPO"

TORINO, 3 FEB "Oltre a tante famiglie, a subire i disagi degli ultimi eventi alluvionali di novembre sono state anche numerose aziende. La Regione si attivi per sburocratizzare i procedimenti di risarcimento e tutte le pratiche legate ai danni del maltempo. L'esperienza vissuta sulla propria pelle nei decenni passati fa del Piemonte una realtà molto ben organizzata nella gestione post-calamità, ma si può fare ancora meglio".
Così Daniela Ruffino (FI), vicepresidente del Consiglio regionale, a proposito della richiesta da parte di Coldiretti e altre organizzazioni di categoria di ridurre i tempi di attesa delle attività danneggiate dal maltempo.
"Sia le aziende agricole, che hanno avuto danni irreparabili alle colture, sia altre imprese danneggiate - aggiunge Ruffino - devono essere messe in grado di riprendere pienamente l'attività. Se alla crisi economica che stiamo vivendo si aggiungono problematiche non risolte legate ai danni alluvionali, cè davvero da temere per il futuro del territorio".
"Accelerare la macchina burocratica è senza dubbio una risposta per quegli imprenditori colpiti dal maltempo che danno lavoro a tanti dipendenti e che rappresentano il cuore dell'economia piemontese. Solleciterò nuovamente la Giunta regionale perchè dia al più presto risposte precise", conclude Ruffino.



____________°____________


IL PIEMONTE NON PUO' PERDERE ALTRI POSTI DI LAVORO!
TLC: RUFFINO (FI), ISTITUZIONI SI ATTIVINO PER TIM

TORINO, 1 FEB - Daniela Ruffino (Fi), vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, esorta le istituzioni ad attivarsi per scongiurare la perdita di lavoro nella telefonia. "La telefonia è in difficoltà - rimarca Ruffino, che su questo tema presenterà un'interrogazione in Regione - e i dipendenti di Tim, Vodafone, Comdata e altre aziende manifestano temendo la riduzione di ferie e permessi, il demansionamento e riduzioni di costi del personale". "I lavoratori Tim - aggiunge - evidenziano come la soppressione della contrattazione di secondo livello possa costituire un precedente negativo per tutte le aziende italiane. Ma soprattutto desta timori il piano che prevede trasferimenti di personale a Roma anche dalla sede torinese. Potrebbe trattarsi di una manovra per mascherare esuberi e provocare le dimissioni dei dipendenti che non potranno adeguarsi". "Se Tim o Vodafone seguono la propria strategia aziendale - dice ancora - gli enti siano in grado di costruire una strategia valida. Serve un progetto condiviso tra Regione, Città di Torino e Città metropolitana, altrimenti saremo condannati alla desertificazione territoriale".






POR FESR 14/20 Azione IV.4c.1 Riduzione dei consumi energetici nelle strutture pubbliche del patrimonio ospedaliero-sanitario regionale



 Agevolazione: contributo a fondo perduto e finaziamento agevolato
 
Obiettivo: riduzione dei consumi energetici e utilizzo fonti rinnovabili nelle strutture pubbliche ospedaliere
 
Beneficiari: Aziende Sanitarie Regionali