giovedì 3 agosto 2017

Avviso pubblico di finanziamento legge regionale 11/2009: progetti per la valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte

 



 

Avviso pubblico di finanziamento legge regionale 11/2009 – Invito alla presentazione di progetti per la valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte - Anno 2017

 

Il contributo regionale sviluppa, sostiene e coordina gli studi sul patrimonio storico, culturale e linguistico dell’arco alpino piemontese. Le attività ammesse a finanziamento concernono iniziative condotte da enti locali ed associazioni, queste ultime iscritte al Registro regionale delle Associazioni di valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico culturale del Piemonte, che svolgono una attività qualificata e continuativa a livello locale e che dispongono di una organizzazione adeguata. L’avviso pubblico di finanziamento è stato approvato mediante la determinazione dirigenziale n. 347/A2003A del 21 luglio 2017.

Materia: 
Cultura
Soggetti beneficiari: 
Comuni ed Associazioni, queste ultime devono essere iscritte al Registro regionale delle Associazioni di valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico culturale del Piemonte.

Tipologia finanziamento: 
Fondi regionali
Note presentazione domande: 
domande  L’istanza deve essere presentata, a pena di inammissibilità, dal legale rappresentante, esclusivamente tramite PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo attivitaculturali@cert.regione.piemonte.it con una delle seguenti modalità: apposizione di firma digitale in formato .pdf con estensione .p7m, oppure sottoscrizione in maniera autografa su supporto cartaceo, convertita in rappresentazione digitale con estensione .pdf e inviata unitamente alla copia del documento d’identità del legale rappresentante in corso di validità (sempre in formato .pdf). Nell’oggetto del messaggio di posta elettronica certificata, deve essere indicato il riferimento: Denominazione del soggetto richiedente - Avviso pubblico di finanziamento – l.r. 11/2009 "Valorizzazione e promozione della conoscenza del patrimonio linguistico  e culturale del Piemonte”. L’istanza deve essere redatta utilizzando esclusivamente la modulistica predisposta dal Settore Promozione delle Attività Culturali, del Patrimonio Linguistico e dello Spettacolo.

Importo in €: 
€ 80.000,00, di cui € 40.000,00 a favore dei Comuni ed € 40.000,00 a favore delle Associazioni
Contatti: 
Silvana Morino – telefono 011.4322979 – e-mail: silvana.morino@regione.piemonte.it

Struttura di riferimento: 
A2003A - PROMOZIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, DEL PATRIMONIO LINGUISTICO E DELLO SPETTACOLO

 

Bandi: PSL 2014/2020. Operazione 4.1.1, 4.2.1, 6.4.2b. 8.6.1. Contributo a fondo perduto fino al 50% promosso dai GAL


 

1) PSL 2014/2020. Operazione 4.1.1, 4.2.1, 6.4.2b. 8.6.1. Contributo a fondo perduto fino al 50% promosso dal GAL Escartons e Valli Valdesi a sostegno di progetti integrati di filiera.

AREA GEOGRAFICA: Piemonte
SETTORI DI ATTIVITÀ: Agricoltura, Artigianato, Commercio, Pubblico, Servizi/No Profit, Turismo, Agroindustria/Agroalimentare
BENEFICIARI: Ente pubblico, Persona fisica, PMI, Micro Impresa
SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Risparmio energetico/Fonti rinnovabili, Consulenze/Servizi
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
DOTAZIONE FINANZIARIA: € 610.000
BANDO APERTO | Scadenza il 02/11/2017
Il presente bando, attraverso i PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA (PIF) ed i PROGETTI INTEGRATI DI RETE TERRITORIALE (PIRT), intende sviluppare due tipologie di integrazione:
- verticale, (produzione-trasformazione-distribuzione-commercializzazione) con la finalità di aumentare i prodotti finiti ottenuti interamente nell’area GAL e destinati in primis al consumo locale nell’ottica dei principi dell’economia circolare;
- orizzontale: formazione di reti di collaborazione tra soggetti che operano nella medesima fase della filiera per favorire economie di scala non raggiungibili dai singoli operatori, e promuovendo la cultura della collaborazione e del dialogo tra gli operatori funzionale alla crescita reciproca e all’innovazione.
Operazione 4.1.1: obiettivo dell’intervento è quello di migliorare il rendimento e la sostenibilità delle aziende agricole, sostenendo investimenti su fabbricati e impianti, nonché la dotazione di macchinari e attrezzature.
Operazione 4.2.1.: obiettivo dell’intervento è quello di incrementare il valore delle produzioni agricole, attraverso il rafforzamento della fase di trasformazione. Sostiene investimenti rivolti all’introduzione di nuovi prodotti trasformati, di nuovi processi e tecnologie per la trasformazione ed il packaging.
Operazione 6.4.2b: obiettivo principale dell’operazione è il contrasto al declino socio-economico, attraverso lo sviluppo e la creazione di attività non-agricole in grado di produrre innovazione di prodotto o di processo, generare e trattenere valore aggiunto mediante una migliore integrazione nelle filiere/reti e un rafforzamento dei legami tra i settori trainanti dell’economia rurale, quali l’agroalimentare, il turismo eno-gastronomico ed escursionistico, l’artigianato tradizionale, i servizi.
Operazione 8.6.1.: L’operazione si propone i seguenti obiettivi: elevare la competitività economica delle imprese; favorire la funzione produttiva delle foreste; favorire la salvaguardia delle altre funzioni del bosco; stimolare il coinvolgimento nei progetti integrati di soggetti pubblici e privati non strettamente afferenti al settore boschivo.

Soggetti beneficiari

Operazione 4.1.1: operatori agricoli (piccole o micro imprese) in possesso di qualifica di imprenditori agricoli professionali o coltivatori diretti, sia persone fisiche che persone giuridiche, singoli o associati che siano inoltre in possesso delle caratteristiche di agricoltore attivo.
Operazione 4.2.1.: micro e piccole imprese attive nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. In particolare piccole e microimprese agroindustriali di trasformazione e/o commercializzazione di prodotti agricoli/agroalimentari.
Operazione 6.4.2b: Piccole e microimprese non agricole.
Operazione 8.6.1.:
  • Selvicoltori privati e pubblici;
  • Micro e piccole imprese.

Tipologia di interventi ammissibili

Operazione 4.1.1: gli interventi dovranno favorire l’ammodernamento dell’impresa agricola attraverso:
- l’acquisto di macchinari ed attrezzature performanti,
- il recupero ed il miglioramento produttivo delle superfici aziendali
- il miglioramento dei fabbricati aziendali
- l’ottimizzazione delle prestazioni energetiche aziendali
Operazione 4.2.1.: gli investimenti saranno finalizzati al raggiungimento dei seguenti obiettivi:
- introduzione di nuovi prodotti, di nuovi processi, di tecnologie innovative, per rispondere a nuove opportunità di mercato, alla sicurezza alimentare, alla tracciabilità, alla tutela ambientale, all’aumento di sicurezza del lavoro;
- rendere più efficiente l’uso dell’energia (investimenti per il risparmio energetico);
- approvvigionamento e utilizzo di fonti di energia rinnovabili, a fini di autoconsumo.
Operazione 8.6.1.:
- Ammodernamento del parco macchine e attrezzature
- Miglioramento dell’accessibilità ai fondi
- Adozione di sistemi di certificazione finalizzati ad incrementare sostenibilità e tracciabilità dei prodotti forestali
- Incremento della meccanizzazione e dell’efficienza energetica dei processi di lavorazione
- Individuazione di prodotti o processi innovativi

Tipologia di spese ammissibili

Operazione 4.1.1: 
a) Investimenti di tipo fondiario
b) Investimenti di tipo edilizio
c) Acquisto o acquisizione di macchine e/o attrezzature mobili nuove
d) Acquisizione o sviluppo di programmi informatici;
e) Acquisto di veicoli stradali
f) Acquisto o acquisizione di attrezzature fisse ed impianti nuovi
g) Realizzazione di impianti per la produzione e lo stoccaggio di energia da fonti rinnovabili
h) Realizzazione di impianti di coltivazioni legnose agrarie poliennali
i) Costi di elaborazione dei piani di gestione aziendale delle superfici aziendali (pascolo, forestali, aziendali)
j) Spese in economia sotto forma di fornitura di opere, beni, servizi
Operazione 4.2.1.:
a) Investimenti di tipo edilizio
b) Acquisto o acquisizione di macchine e/o attrezzature mobili nuove
c) Acquisto di veicoli stradali
d) Acquisto o acquisizione di attrezzature fisse ed impianti nuovi
d) Realizzazione di impianti per la produzione e lo stoccaggio di energia da fonti rinnovabili
e) Investimenti ammissibili per la tutela e il miglioramento dell'ambiente
f) Impianti, dispositivi, interventi specificatamente dedicati all’efficientamento energetico
g) Investimenti ammissibili per il risparmio idrico
h) Acquisto di immobili
i) Spese generali e tecniche
Operazione 6.4.2b:
a) Investimenti di tipo edilizio:
b) Acquisto o acquisizione di macchine e/o attrezzature mobili
c) Acquisto di arredi funzionali all’attività d’impresa.
d) Acquisto di veicoli stradali
e) Acquisto o acquisizione di attrezzature fisse ed impianti
f) Realizzazione di impianti per la produzione e lo stoccaggio di energia da fonti rinnovabili
g) Investimenti ammissibili per la tutela e il miglioramento dell'ambiente
h) Impianti, dispositivi, interventi specificatamente dedicati all’efficientamento energetico
i) Investimenti ammissibili per il risparmio idrico
j) Investimenti finalizzati al miglioramento ed all’implementazione dei servizi offerti ai turisti e a persone con disabilità/difficoltà motorie
k) Acquisto e realizzazione di software
l) Spese generali e tecniche
Operazione 8.6.1.:
a) Acquisto macchine e attrezzature mobili;
b) Acquisto di rimorchi specializzati o di container scarrabili per il trasporto del cippato;
c) Acquisto di macchine, attrezzature e impianti per la classificazione dei prodotti forestali;
d) Elaborazione di piani di gestione forestale o di strumenti equivalenti;
e) Interventi selvicolturali, rimboschimenti o rinfoltimenti;
f) Realizzazione di piste forestali per l’accesso alle superfici forestali aziendali e la mobilitazione del materiale legnoso;
g) Elaborazione di manuali e/o procedure per l’adozione di sistemi di certificazione;
h) Spese generali e per consulenza tecnica;
i) L’IVA per i soggetti che non possono recuperarla.

Entità e forma agevolazione

Operazione 4.1.1: le risorse disponibili ammontano ad € 170.000,00.
L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa.
La spesa massima ammissibile a contributo è pari a € 100.000. La spesa minima ammissibile a contributo è pari a € 6.000,00.
Operazione 4.2.1.: le risorse disponibili ammontano ad € 115.000,00.
L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 40% della spesa ammessa.
La spesa massima ammissibile a contributo è pari a € 100.000,00.
La spesa minima ammissibile a contributo è pari a € 12.000,00.
Operazione 6.4.2b: le risorse disponibili ammontano ad € 225.000,00.
L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa.
La spesa massima ammissibile a contributo è pari a € 100.000,00.
La spesa minima ammissibile a contributo è pari a € 6.000,00.
Operazione 8.6.1.: le risorse disponibili ammontano ad € 100.000.
L’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 40% della spesa ammessa.
La spesa massima ammissibile a contributo è pari a € 100.000,00.
La spesa minima ammissibile a contributo è pari a € 17.000,00.
Le risorse pubbliche disponibili complessivamente per il finanziamento delle domande presentate sul bando in oggetto ammontano a € 610.000,00.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate fino alle ore 12,00 del 02.11.2017.
2) PSL 2014/2020. Operazione 4.1.1 e 4.2.1. Contributo a fondo perduto fino al 50% promosso dal GAL Mongioie a sostegno di progetti integrati di filiera.


AREA GEOGRAFICA: Piemonte
SETTORI DI ATTIVITÀ: Agricoltura, Agroindustria/Agroalimentare
BENEFICIARI: Persona fisica, PMI, Micro Impresa
SPESE FINANZIATE: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Risparmio energetico/Fonti rinnovabili, Consulenze/Servizi
TIPO DI AGEVOLAZIONE: Contributo a fondo perduto
DOTAZIONE FINANZIARIA: € 430.000
BANDO APERTO | Scadenza il 16/10/2017
Il presente bando è finalizzato a sostenere la realizzazione di PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA (PIF).
Operazione 4.1.1. "Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole.
Operazione 4.2.1. "Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli".
L’azione del GAL Mongioie è prioritariamente orientata a:
- aumentare la redditività e/o il valore aggiunto dei prodotti agroalimentari,
- costruire un sistema di accoglienza turistica competitivo nell’ambito del turismo sostenibile,
- attivare in collaborazione con imprese in rete la gestione dei patrimoni pubblici,
- orientare tutti i nuovi investimenti pubblici all’interno delle reti di imprese,
- costruire un regime di cooperazione intersettoriale stabile tra le filiere e le reti di imprese.

Soggetti beneficiari

Operazione 4.1.1.: Operatori agricoli in possesso di qualifica di imprenditori agricoli professionali o coltivatori diretti, sia persone fisiche che persone giuridiche, singoli o associati che siano inoltre in possesso delle caratteristiche di agricoltore attivo.
Operazione 4.2.1.: Microimprese da 1 a 9 addetti e piccole imprese da 10 a 50 addetti iscritte al registro delle imprese, che svolgono attività di trasformazione e della commercializzazione dei prodotti.

Tipologia di interventi e spese ammissibili

Operazione 4.1.1.: sostiene investimenti che concorrono a migliorare le prestazioni economiche e ambientali delle aziende agricole e delle imprese rurali (Sostegno a investimenti nelle aziende agricole). Essa ha lo scopo di migliorare il rendimento globale delle aziende agricole sostenendo la ristrutturazione, l'ampliamento e la modernizzazione dei fabbricati e dei relativi impianti nonché la dotazione di attrezzature, macchinari e sistemi informatici.
Sono considerate ammissibili a contributo le seguenti spese:
• investimenti di tipo fondiario (es. recinzioni pascoli fisse, impianti irrigui, attrezzature fisse stabilmente ancorate, lavori per il miglioramento della viabilità interna al fondo, ripristino dei terrazzamenti, dei muretti, interventi di svecchiamento eccezionale per il ripristino produttivo di piante in stato di abbandono);
• impianto di colture arboree poliennali;
• investimenti di tipo edilizio: ampliamento, miglioramento e/o ristrutturazione di fabbricati aziendali (opere edili e impiantistica) compresi gli investimenti finalizzati alla vendita diretta, prevalentemente e non esclusivamente dei prodotti agricoli di propria produzione;
• acquisto di macchine agricole, macchinari, strumenti e attrezzature nuovi, comprese quelle informatiche (esempio: hardware), compresi i costi di installazione per macchinari e/o attrezzature fissi;
• acquisto di veicoli stradali se coerenti con il progetto di filiera, esclusivamente per quanto riguarda: o veicoli specificamente attrezzati (autoveicoli refrigerati, autoveicoli attrezzati a negozio e simili); o furgoni con caratteristiche non di lusso, con carrozzeria furgonata metallica chiusa non finestrata e con massimo tre posti; o autocarri cassonati con caratteristiche non di lusso, con massimo tre posti;
• interventi di ripristino degli agroecosistemi e del paesaggio rurale e di mitigazione e mascheramento di criticità originate da diverse tipologie di alterazione, con la finalità di aumentare il “valore scenico” del paesaggio e valorizzarne la componente “scenico-percettiva”;
• acquisizione e sviluppo di programmi informatici;
• Spese immateriali: spese generali e tecniche, spese di progettazione, consulenze, studi di fattibilità, acquisto di brevetti e licenze, diritti d'autore e marchi commerciali.
Operazione 4.2.1.: gli interventi dovranno stimolare la competitività del settore agricolo, potenziando la dotazione dell’area relativamente alla fase di trasformazione e commercializzazione. In particolare, gli interventi dovranno adeguare i prodotti alle specifiche richieste del mercato al quale si rivolge il progetto di filiera e/o alle nuove esigenze del mercato stesso, e/o in aggiunta rispondere alle nuove esigenze in termini di sicurezza alimentare, tracciabilità e tutela ambientale.
Saranno ammesse al finanziamento le seguenti spese:
a) investimenti di tipo edilizio: ampliamento, miglioramento e ristrutturazione di immobili (opere edili e di impiantistica) destinati alla trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione di prodotti agricoli e agroalimentari, compresi gli investimenti finalizzati alla vendita diretta di prodotti aziendali in locali annessi allo stabilimento produttivo;
b) acquisto di macchine, strumenti, attrezzature nuove, comprese quelle informatiche (es. hardware), compreso il costo di installazione per macchinari e/o attrezzature fissi, per la trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione di prodotti agricoli e agroalimentari;
c) acquisto di veicoli stradali se coerenti con il progetto di filiera esclusivamente per quanto riguarda:
· veicoli specificamente attrezzati (autoveicoli refrigerati, autoveicoli attrezzati a negozio e simili);
· furgoni con caratteristiche non di lusso, con carrozzeria furgonata metallica chiusa non finestrata e con massimo tre posti;
· autocarri cassonati con caratteristiche non di lusso, con massimo tre posti;
d) investimenti per la tutela dell’ambiente, per la riduzione dei consumi idrici (quali ad esempio impianti, macchinari e tecnologie che riducono il consumo idrico durante le fasi di processo, sistemi e tecnologie per il recupero ed il riutilizzo di acqua, al fine di ridurne il prelievo dall’esterno), e per la prevenzione degli inquinamenti (quali ad esempio impianti di depurazione delle acque di scarico degli impianti di trasformazione, impianti che prevedono l’abbattimento del carico inquinante attraverso la riduzione dei reflui e la separazione dei sottoprodotti);
e) investimenti per l’efficientamento energetico;
f) acquisizione e sviluppo di programmi informatici: ad esempio realizzazione di un sito internet;
g) spese immateriali: spese generali e tecniche, spese di progettazione, consulenze, studi di fattibilità, acquisto di brevetti e licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.

Entità e forma agevolazione

Operazione 4.1.1.: l’agevolazione prevista è un contributo in conto capitale pari al 40% dei costi ammissibili elevata al 50% per gli investimenti effettuati in zone montane
La spesa massima ammissibile a contributo è pari a € 120.000,00. La spesa minima ammissibile a contributo, alle stesse condizioni di cui sopra, è pari a € 6.000,00.
Operazione 4.2.1.: l’agevolazione prevista è pari al 40% dei costi ammissibili.
La spesa massima ammissibile a contributo è pari a € 100.000,00. La spesa minima ammissibile a contributo, alle stesse condizioni di cui sopra, è pari a € 6.000,00.
Le risorse pubbliche disponibili per il presente bando di filiera ammontano a complessivi € 430.000,00 così ripartite:
- Operazione 4.1.1. "Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole": € 300.000,00;
- Operazione 4.2.1. "Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli": € 130.000,00.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate a partire dal 1 agosto 2017 ed entro lunedì 16 ottobre 2017.